SEZIONI NOTIZIE

Il forlivese Vesi: “Chi si scorda quella notte a Napoli?”

di Patrick Lavaroni
Vedi letture
Marco Vesi, ora al Forlì
Marco Vesi, ora al Forlì

In vista della gara contro il Forlì ha risposto alle nostre domande Marco Vesi, difensore classe ’92 con un passato in bianconero, che non ha dimenticato una notte a Napoli nel 2012.

Vesi, come mai il Forlì fatica ad ingranare?
“Sicuramente non siamo contenti, le aspettative iniziali erano alte. Potevamo stare nei play-off ma per un filotto negativo e vari episodi ci troviamo invischiati nella lotta salvezza. Non sentiamo il peso della classifica, siamo consapevoli che il campionato è ancora lungo e può succedere di tutto”

In un contesto così complicato, quanto incide la gestione degli under?
“Dobbiamo analizzare entrambi i lati della medaglia. L’aspetto positivo è che si valorizzano i giovani in un campionato come quello della Serie D. La parte negativa è che non sempre regna la meritocrazia. Un ragazzino non ancora pronto può rischiare di bruciarsi davanti a colleghi più affermati solo perché una regola lo impone”

Che partita si aspetta contro il Cesena?
“Giocare contro il Cesena è sempre emozionante, sia per il blasone della squadra che per il suo pubblico. Dal punto di vista del gioco sarà una gara difficile, loro sono forti, i migliori del campionato. Dovremo concedere il meno possibile e sfruttare le loro disattenzioni per colpirli”

Lei sarà uno degli ex della gara. Quali ricordi conserva del suo periodo in bianconero?
“Sono arrivato nei giovanissimi. Ho fatto tutta la trafila fino ad arrivare alla Primavera dove ho fatto tre stagioni, l’ultima da capitano. Sono stato anche aggregato alla prima squadra e con mister Arrigoni sono andato in panchina a Bergamo. In Coppa Italia ho giocato titolare a Napoli. La partita non andò bene, perdemmo 2 a 1 dopo essere stati in vantaggio. Ce la giocammo alla grande, contro campioni come Hamsik e Cavani nonostante in campo fossimo ben tre provenienti dalla primavera. Quella è una serata che non dimenticherò mai, per l’orgoglio di vestire la maglia che mi ha cresciuto davanti a un pubblico come quello di Napoli”


Altre notizie
Giovedì 22 Agosto 2019
13:30 Campionato Ora Pelliccioni punta sulle… tagliatelle. Ed Agliardi vuole sfamare la Mare
Martedì 20 Agosto 2019
20:00 L’Avversario Riecco Rossini: “Io, Adailton, la Mare e quel giornalista rompiballe… ”
Lunedì 19 Agosto 2019
15:09 Tifosi Festa WSB: mercoledì arriva il Cesena
Domenica 18 Agosto 2019
12:00 L’Avversario Carlo Pellegatti: “Che bel Cesena! Serie B diretta? Avete un girone tosto…”
Sabato 17 Agosto 2019
23:15 Spogliatoi Modesto dopo il Milan: “Valencia mi fa impazzire quando non dà il massimo” 20:10 Campionato Cesena-Milan 0-0 | Ultimo test prima di iniziare a fare sul serio
Venerdì 16 Agosto 2019
16:43 Il Nuovo Cesena Modesto usa il maestro Giampaolo per fare le prove anti Carpi
Mercoledì 14 Agosto 2019
12:00 Gli ex Bogdani: “Ho mandato Ibra al Diavolo”. E quella volta che Holmqvist…
Martedì 13 Agosto 2019
08:00 La Lanterna La Lanterna #2 | Summerslam - The biggest party of the Summer
Lunedì 12 Agosto 2019
12:43 Campionato Pelliccioni: ”Che bravo Modesto! Per il fioretto è arrivato il no del dottore…”
Domenica 11 Agosto 2019
23:10 Le pagelle Le pagelle di Cesena-Vis Pesaro | Bianconeri già brillanti 20:15 Campionato Cesena-Vis Pesaro 3-1 | Buona anche la seconda
Sabato 10 Agosto 2019
17:00 Campionato Modesto vorace in vista della Vis Pesaro: “Sono un cannibale”
Venerdì 9 Agosto 2019
12:00 Campionato Quelli che… volevano ‘scaricare’ Agliardi. E quelli che… rimpiangono Noce
Giovedì 8 Agosto 2019
18:15 Il Nuovo Cesena Riecco il Cavalluccio
Mercoledì 7 Agosto 2019
20:35 A TE DEG ME A TE DEG ME - Da Rimini: “Cesenati maestri nel cantarsela e suonarsela” 12:00 Gli ex Ricciardo: “Mi sono tatuato il Cavalluccio sulla schiena. E quella ferita...”
Martedì 6 Agosto 2019
08:00 La Lanterna La Lanterna #1 | Non è un derby però… tuo figlio tifa Cesena
Lunedì 5 Agosto 2019
18:58 Focus Rimini, agguato ultrà in stazione con spranghe e catene
Domenica 4 Agosto 2019
22:00 Spogliatoi Modesto è già nella storia: ha espugnato il Romeo Neri dopo 51 anni