Le pagelle di Cesena-Jesina | Tutto bene malgrado un secondo tempo evanescente

di Bruno Rosati
Vedi letture
Foto

Agliardi 6,5 Inoperoso per tutto il corso della prima frazione, si fa trovare pronto nell’unica occasione in cui viene veramente chiamato in causa. Il suo intervento permette inoltre di non dover nuovamente cercare il vantaggio ad un Cesena a corto di fiato.

Noce 5,5 Proporsi in avanti non è la sua peculiarità, né è questa la partita indicata per farlo. In fase di contenimento, decide di uscire da più situazioni districate portando palla e rischiando parecchio.

Ciofi 6 Eccellente nelle chiusure, meno efficace nell’impostazione rispetto alle ultime uscite. Una partita senza infamia e senza lode in cui comunque conferma la sua crescita da dicembre ad oggi.

Benassi 6 Commette poche sbavature, ma non è pimpante come al solito. Ultimamente viene utilizzato meno in fase di costruzione, cosa che forse lo oscura un po’.

Valeri 5,5 La tattica della Jesina pare sin da subito chiara: restare chiusi, cercare di subire il meno possibile e ripartire forte sulle fasce non appena si riconquista palla. È il giocatore che più di tutti soffre questo match, fatica a contenere gli esterni ospiti e non si propone in avanti come in altre circostanze. (Dal 81' Rutjens 6 Con lui in campo come terzino sinistro si perde inevitabilmente vivacità in avanti. Da quando è in campo tuttavia, forse complice la stanchezza, la Jesina non passa più dalla sua zona.)

Fortunato 5,5 Meno in risalto rispetto alle ultime uscite, forse un po’ di riposo in più gli consentirà di recuperare la miglior condizione. (Dal 72' Tonelli 6 Dal suo ingresso non trova spazi ed in una circostanza si fa rubare un pallone potenzialmente pericolosissimo. Serve però l’assist perfetto per il raddoppio di Alessandro, chiudendo di fatto la gara.)

De Feudis 6,5 Male nella prima metà: non riesce ad impostare l’azione come suo solito, commette qualche fallo di troppo e si becca un’ammonizione che gli costa la trasferta di Recanati. Imprescindibile nel secondo tempo. La squadra va in difficoltà e lui diviene faro. Prima del 2 a 0, fa sua la palla per ben due volte nel cuore dell’area, impedendo alla Jesina di arrivare al tiro.

Munari 5,5 Come si apre un varco, nessuno gli tiene testa in velocità. Se schierato come mezzala fatica ancora a dare sostanza al centrocampo, c’è ancora qualcosa da rivedere quando si tratta di contenere le iniziative avversarie (Dal 72' Campagna 6 Il suo ingresso è forse tardivo. Permette ai padroni di casa di recuperare un po’ d’ordine in mezzo al campo.)

Tortori 6,5 Ad inizio gara sembra più ispirato del suo omologo Alessandro. Si conquista la punizione che permette al Cesena di portarsi in vantaggio e di controllare il risultato. Accusa un problema nel secondo tempo e viene dunque sostituito. Da quel momento la Jesina prende coraggio. (Dal 60' Biondini 6 Entra per irrobustire il centrocampo ma la squadra si abbassa troppo. Sradica qualche pallone dai piedi avversari, evitando ulteriori pericoli.)

Ricciardo 5,5 La retroguardia dei marchigiani serra le file sin da subito e nell’arco dei novanta minuti non gli viene concessa nemmeno un’occasione. Non è bravo come suo solito nel giocare di sponda e liberare spazi per i compagni.

Alessandro 7 Oggi i compagni lo seguono meno del solito. Nella seconda frazione predica nel deserto. Alla fine la decide nuovamente lui, come a Forlì. La sua doppietta risulta risolutiva in una partita più complicata rispetto a quanto potrebbe sembrare dal punteggio finale.

Angelini 6 La Jesina è un cliente più ostico di quanto previsto. Le scelte di Ciampelli lo sorprendono e non è bravo a cambiare le cose in corso d’opera come in altre giornate. La sostituzione di Tortori con Biondini abbassa troppo il baricentro ed infonde coraggio nella formazione ospite. Porta comunque a casa i tre punti e si avvicina al traguardo.

Cesena FC 6 Minimo sforzo, massima resa. Nel primo tempo la partita si è rivelata piuttosto contratta e ci sta quindi che non si abbia spinto come si è soliti fare. Nella ripresa però il Cesena non produce nulla sino al momento del raddoppio. Piuttosto poco, se si considera la posizione di classifica occupata dalla Jesina. Si chiude però una settimana perfetta. Le vittorie, anche quelle preventivabili, non vanno mai date per certe. Il Cesena ora può mettersi al lavoro per chiudere in bellezza l’ultimo quarto di campionato.


Altre notizie
Sabato 18 Maggio
Martedì 14 Maggio
Domenica 5 Maggio
23:00 Supereroi