Le pagelle di Cesena-Montegiorgio | “Abbiamo pazientato quaranta giorni, ora basta”

di Bruno Rosati
Vedi letture
Foto

Agliardi 6 Al solito: zero colpe sul gol subito. Per il resto, nel prolungato possesso palla del Cesena, anche lui viene chiamato in causa nella costruzione del gioco. Si fa notare per qualche buona uscita.

Marfella 5,5 Della retroguardia, è il giocatore che più spesso si trova in difficoltà, più per patemi propri che per grattacapi creati dagli avversari. Non garantisce la spinta necessaria per mettere pressione agli avversari.

Ciofi 6 Il rientro è superato agevolmente. Contiene bene gli attaccanti avversari e si diletta nei suoi consueti lanci. Ben tornato.

Benassi 6 Il lancio per Tonelli che porta al vantaggio è meraviglioso. Difetta molto di precisione nei colpi di testa quando si porta in avanti.

Valeri 5,5 Sfortunato sull’autorete, non ha comunque lo smalto dei giorni migliori. Si perde qualche volta sul più bello quando arriva il momento di concludere. (Dall’84' Rutjens S.V. Ingeneroso giudicarlo per i colpi di testa abbozzati da finto centravanti.)

Biondini 6,5 Una delle migliori prestazioni del campionato. I ritmi sono bassi e ciò gli permette di sfoderare il meglio del repertorio. Chiusure sempre puntuali e passaggi calibrati al millimetro. Avrebbe meritato la gioia del gol ma la sua sforbiciata si spegne sul fondo. (Dal 69' Fortunato 5,5 Due conclusioni provate in circostanze poco opportune, quando probabilmente sarebbe stato meglio servire un compagno per cercare il raddoppio. Se la squadra si abbassa però non è colpa sua.)

De Feudis 6,5 Gioca quasi da trequartista. Questo per spiegare che genere di gara sia stata. Come il suo collega Biondini, è bravo ad intercettare palloni e fermare sul nascere possibili contropiedi.

Munari 6 Buona gara, come a Campobasso. Oggi non va in rete però manda in confusione chiunque debba stargli appresso. La sua presenza è fondamentale per migliorare la qualità del gioco.

Tonelli 6,5 Nella prima frazione, tiene troppo il pallone tra i piedi e finisce per rallentare il gioco. Nella ripresa trova un gol stupendo, riuscendo finalmente a sbloccarsi. La sua uscita dal campo rovina un po’ tutto. (Dal 74' Viscomi 5,5 Con la sua entrata la squadra si abbassa di una ventina di metri, concedendo campo e coraggio al Montegiorgio. Non è una colpa direttamente imputabile a lui ma non fa nulla per rasserenare gli animi, buttando il pallone in avanti senza ragionare.)

Tortori 6 Fatica da finto centravanti, si riprende quando Alessandro prende il suo posto in mezzo all’area, lasciandolo libero di allargarsi e svariare. Nel secondo tempo è una costante spina nel fianco per i difensori ospiti.

Alessandro 5,5 Una partita in cui manca il suo genio coincide quasi sempre con una partita non vinta. Non va così male come a Campobasso, ci ha però abituato a standard altissimi e da lui ci si aspetta sempre qualche cosa in più.

Angelini 3,5 Mezzo voto è per aver impostato bene la partita, sopperendo all’assenza del centravanti con il fraseggio fra i giocatori di maggiore qualità. Oggi il Cesena ha giocato abbastanza bene, nonostante l’ermetico Montegiorgio fosse chiuso a riccio. La gestione del secondo tempo è però l’a-b-c di ciò che non va fatto. Il Cesena aveva tutte le carte in regola per segnare il raddoppio e invece ha finito per essere vittima di se stesso. La squadra ha paura, lui ne ha di più.

Cesena FC 4 Alla partita in sé si può dare anche un sei risicato. Più di un mese senza vittorie in serie D però non sono accettabili per questa piazza, al di là del primo, secondo o quindicesimo posto in classifica.


Altre notizie
Sabato 20 Aprile
Giovedì 18 Aprile
20:48 Tanzverbot
Mercoledì 17 Aprile